Decimatio Elderhalls Trial Report

Decimatio Elderhalls Trial Report


Buongiorno a tutti, sono Matteo Agostini, giocatore e coordinatore locale, in coabitazione col nostro membro di spicco Alessandro Rizzo, della community veronese di Centurion, formato che abbiamo sposato dall’alba dei tempi quando il buio ormai dominava nel panorama commanderistico dopo il cordiale: “è stato bello, addio” della madre di noi tutti WOTC.

Ma veniamo al dunque...


WHY ESIKA?



Esika sin dallo spoiler per un giocatore anziano e nostalgico come il sottoscritto ha ricordato un mazzo favoloso che giocavo con mio fratello quando ancora l’internet c’era e non c’era e le valutazioni delle carte si leggevano sui giornaletti. Tale mazzo si chiamava Oath of Druids e si poggiava sulla celeberrima carta di Esodo per mettere in campo un temibile Spirit of the Night, un’ Akroma di Assalto o, alla meglio, un Darksteel Colossus. Bestiame che all’epoca sembrava incredibile ed ingestibile.

In preda al rivivere le emozioni della prima metà degli anni 2000 mi metto dunque a pensare ad una lista che potesse tenere botta nel mucchio selvaggio del Centurion tenendo conto dell’antico insegnamento del mazzo Oath, ovvero: bastano pochi ma impattanti payoff per portare a casa la pagnotta (ovvero al ponte serve più qualità che quantità).

Buildo quindi intorno al ponte essenzialmente una lista controllo con una buona componente di ramp sorcery a cc 2 che vado preferendo ai sassi per 4 motivi: 1) le terre sono meno attaccabili di un artefatto, questo è importante perché succeda quel che succeda non vuoi perdere un mana a caso per kolaghan, abrade, rampage ecc. 2) togliendo terre dal mazzo migliori le pescate – non da sottovalutare anche in ottica Griselbrand 3) fixi il mana per il colore che effettivamente ti serve e non per quello che ti capita 4) risparmio dei danni da talismani; i punti vita in questo mazzo sono una risorsa importantissima dato che molte volte devi incassare diverse botte prima di calare ponte e le tue bestie/pw non hanno sempre la forza di risolvere da sole una situazione troppo compromessa.


A proposito delle bestie, ne gioco 5 che a mio avviso è il “numero limite” per questa versione controllosa del mazzo, vi presento i miei amici:


CUgino (Ugin, the Spirit Dragon): semplicemente uno dei pw più devastanti mai stampati, salva situazioni di board fuori controllo, chiude da solo ed è quasi sempre il pezzo che vuoi vedere uscire dal ponte.


Nicola Bolla, il Planeswalker: abilità umili per uno dei pochi planeswalker che ha nel nome il bisogno di dirti che è un planeswalker, mica un tuo parente come CUgino. Effetti tutti fortissimi, spacco pezzo non creatura perché tranqui, di creatura ne prendo il controllo per sempre. Per caso arrivi all’ultimate? Arrivederci e grazie.


Nicola Faraone: forse il pezzo più discutibile, ma ci sono affezionato. Molto versatile date le svariate abilità, non ti risolve situazioni particolarmente brutte di board ma è un planeswalker arrogante quindi a mio avviso merita lo slot.


Grisello l’amico di tutti: non credo che dobbiamo commentarlo ma mettiamola così, in una lista controllo simile peschi 7 ed è probabile l’oppo non giochi più o ti trovi soluzioni a board particolarmente difficili.

A volte basta solo proteggere Grisello, attaccare e guadagnare vite tipo. Insomma, lo conoscete.


Il-Demone-infamone-con-le-lineette (Rune-Scarred Demon): Ma una creatura che entra, è grossa, volante e ti fa demoniaco..non so, dite che ha anche dei difetti? Io dico solo Cataclisma, 2 card combo, tutti a casa e mamma butta la pasta.


IL TORNEO


TURNO 1 – vs Orvar (Frost)


Esika 1 – Orvar 0



G1: Mazzo che più o meno intuisco cosa voglia fare ma non conosco assolutamente, tengo mano con un paio di terre, rampino, auramanzia, snare, izzet charm e il Nicola Planeswalker (cocka spesso e volentieri un bonzo nelle prime 7 me lo elargisce), dato che parte lui e tempo per trovare lande ne ho decido di tenere. Serie di terre-go, al terzo lui gioca azcanta che snaro volentieri, turno 4 pur potendo non gioco ponte e preferisco prendermi tempo per appoggiare un’auramancy dato che immagino il mazzo giochi balzini, io nel frattempo ho pescato in sequenza CUgino e Grisello (scherzoni di cocka), lui si tiene sempre open e immaginando muro di counter intanto rampo con carte fantastiche e leghiste quali A NORD quando finalmente a turno sette tipo casta a 4 generale.

Arriva dunque il turno di ponte che lui puntualmente rimanda ma io a mia volta izzet charmo il suo remand ed entra scudato di auramanzia. Ora penso, non conosco il mazzo, sono tapped out, lui ha generale in campo, potrebbe tranquillamente chiudermi nel suo con qualche combo a me ignota e arrivederci. E invece no tranqui, tappa 7 e ciclonico..beeeeene, turno mio, lui un mana incolore libero, voi dite: rigioco ponte. E invece casto CUgino, dato che ce l’ho in mano fuck, entra, secco Orvard, turno suo INTO THE ROIL sul Cugi OOOOOH ma fammi vivere il sogno! Passa e dato che a questo giro ha 4 mana open casto ponte, lui countera e io mana leakko, scusate se nel frattempo non ho pescato altre bestie, posso counterare pure io? Posso? Posso e ponte entra, again. Lui ricasta Orvard a 6, ponte si attiva e casca NICOLA FARAONE, lui ha 3 carte in mano, il +2 mi casterebbe tipo counter a vuoto quindi dato che ha 3 carte in mano, uso l’abilità di esilio a +1, toglie Hullbreacher e FoF, bersaglio orvard con covenant, lui tappa 3 per un gigasonno che gli copia Orvard esploso e due terre. Turno suo non trova soluzioni e un’altra cascata di ponte con Demone infa-mone lo porta a concedere il G1.


G2: Tengo mano con lande, un decay e un restore, turni di terra-passo, decay su un medaglione di zaffiro, l’oppo risolve una narset molto fastidiosa (alla faccia del ponder che ho in mano) che col -2 trova peraltro una FoN, turni di nulla dove rampo risolvendo anche la carta leghista, a turno 7 non vedendo altro che terre mi decido a risolvere un ponder non pescante e lui nel mentre ha un’azcanta divenuta rovina sommersa, quindi male. Comincia un balletto di bounce e counter su ponte che tento di risolvere per tre-quattro volte con ormai mille mana, l’oppo missa credo 4 attacchi di Orvard che nel mentre era calato facendo copie di terre con Whim of Volrath che riesco a counterare con un leak prevenendo il riciclo infinito di Buyback. Finalmente trova un Ugin e lo casta, ma siamo già ai turni, io dopo anni risolvo ponte che vede il mio ugin, casto dalla mano Grisello ma è turno 5 ormai e i giochi sono fatti, quindi finisce il turno e grazie al G1 metto la vittoria in saccoccia.


1-0-0


TURNO 2 – vs Aminatou (StealthJon)


Esika 2 – Aminatou 1



G1: Vinco il dado, anche qui non avendo particolare fretta tengo mano con 2 terre, tithe, scartino, misstep, spiga e Nicola PW (quindi sostanzialmente con 2 carte morte), probabilmente da non tenere ma dato che sono un uomo ferito che cockatrice ha punito parecchie volte decido per il keep.

L’oppo apparecchia presto un omen of the sea + aminatou, un mio scartino lo priva di Skyclave Apparition, lui comincia a fare vantaggio coi blink e si tiene open, io intanto pesco anche bene con Pact of Negation e FoN quindi provo il mio ponticello che si becca una Miscalculation, io ahimè con solo uno open vado di Patto confidando sul fatto che se nel suo turno prova un’altra spell ho sempre FoN attiva con misstep pitchabile. Ahimè però il suo +1 di Aminatou trova Rubapensieri che missteppo perdendo però così il pitch per Fon, l’oppo quindi casta criptico, bounce su ponte, io il turno dopo dovrei perdere turno per pagare patto e a quel punto vedo il suo vantaggio troppo grande per tirarla ancora per le lunghe e concedo.


G2: Si tiene volentieri con 3 lande, daze, evasive action, misstep (grazie cocka) e ponder, l’oppo mulliga e la sua inquisizione si prende instant senza passare dal via proprio il caro misstep. Rampo un po’ restoro, pondero, gioco la carta tech del mazzo SQUANDERED RESOURCES scelta di build che ho fatto perché mi permette oltre che a cheattare ponte fast di giocare tappato dopo l’entrata di questo, counterando e proteggendolo. Lui gioca generale che decido di non dazare perdendo un turno dato che non ha ancora niente per fare vantaggio in campo, quindi nel mio turno casto finalmente ponte e passo; il Jace che gioca nel suo turno prenderà invece sì il daze con bounce di vulcanica. Si attiva dunque ponte che casca demone, avrei potuto prendere cataclisma ma la situazione del board era sotto controllo e avevo counter in mano oltretutto, quindi prendo silenzio in modo da fargli perdere un turno (essendo aminatou un mazzo con molte spell sorcery speed) e aspettare con calma un’ulteriore minaccia. Nel mio turno casco Nicola Faraone, attacco Aminatou per 6 con demone rimandandolo in zona di comando e l’oppo decide che può bastare.


G3: Easy Keep con MISSTEP (3 su 3 #graziecocka), Evasive action, growth spiral, pernice e 3 lande. Turni di terra-rampo-passo, l’oppo prova a castare Aminatou che questa volta si becca così di bruttura un’ Evasive Action e una mia inquisizione gli prende una sempre fastidiosa Intuition. Arrivo quindi a un nuovo cast dell’esiziale SQUANDERED RESOURCES, pescate di ugin, massi e granaglie con l’oppo che si tiene giustamente sempre open, casto una pernice per vedere se gli va di sprecare lì qualche risorsa ma giustamente non gli va essendo io al momento l’unico possessore di permanenti spaccabili. A forza di draw-go arrivo pure io a pescare dei counter. Lui a una certa mi propone una narset che trova un Oath of Kaya e passa open di 4. Decido con backup di leak e mana tithe di castare ponte che verrebbe COMMANDCRYPTATO ma appunto un mana tithe interviene a sventare il disagio. Nel suo turno l’oppo rifà il 2 di Narset che da quanto mi dirà poi troverebbe soluzione per ponte, ovvero detention sphere, ma guardando male le carte prende invece una Serra pw, turno mio ponte casca DEMONE INFA-MONE al quale trigger oppo risponde con spiga che viene puntualmente missteppata. Prendo Cataclisma e la partita si conclude li.


2-0-0


Turno 3 vs Saheeli (SamLSD)


Esika 1- Saheeli 1



G1: Perdo il dado, keep con MISSTEP (raga, non so che dire, sono imbarazzato), 3 lande, NICOLA PW (anche questo terza volta in opening hand), mana tithe e lapse. Turno 3 lui prova masso che viene tithato, scelta che si rivela buona dato che è a corto di lande, il turno dopo risolve una Retrofitter Foundry che non ritengo degna di misstep preferendo conservarlo per eventuale ago o altre mestizie quindi nel mio turno propongo scartino che toglie counter e vede una mano bloccata col mana e drop alti. Nel mio turno serenamente appoggio ponte, lui nel suo saeheeli che col suo sconto casta spyglass nominante NICOLA FARAONE, ma il ponte ha altri progetti e casca Grisello che pesca 7, quindi con mille risposte in mano passo, nel suo upkeep calo un silenzio per gradire, viene di nuovo il momento di ponte che casca DEMONE INFA-MONE, indovinate cosa prende e indovinate come finisce. Esatto.


G2: Mulligo mano infame e tengo a 6 mano di nulla assoluto ma con lande, questa volta lui è molto più agile con tanti sassi ed io sono lento, prendo un turno rimandando una saheeli, sbaglio un tainted pact quando dopo aver segato NICOLA BOLLA PROFESSIONE PLANESWALKER mi fermo a una FoN quando probabilmente dovevo fregarmene di tutto e scavare sino a pernice che avrebbe risolto la partita, mi becco un force spike su ponte e nel suo turno a urza segue un karn che non mi toglie ponte grazie a auramanzia, ma poco importa, ultimate di saheeli che raddoppia costrutti, servi e sassi, combat e 20 danni in faccia per me seguono il GG.


Non c’è tempo per il terzo game quindi il match finisce in parità.


2-1-0


Turno 4 vs The First Sliver (ludovicowits)


Esika 2 - The First Sliver 1



G1: Keep con solo 2 lande ma ponder mi fa stare abbastanza tranquillo, il resto della mano con duress, veto, spike e soprattutto SQUANDERED RESOURCES, la carta più forte del formato a mani basse.

Succedono degli esiziali TERRA-PASSO-PREGO-VADI LEI. Propongo una duress che scarta spiga e vede kolaghan, ESIKA (WHAAAAT) e IL NICOLA BOLLA ma RAVAGGIO e capisco che non ho capito nulla di ciò che l’oppo stesse giocando. Mi propone dunque il bolas a turno 4 e io rispondo con un cortese “No, grazie e mi scusi” sotto forma di force spike, il turno dopo mi propone un verdetto di gerrard che incontra il veto perché mi hanno insegnato che 1 è meglio di 2, quindi il turno dopo appoggio il ponte con arroganza al quale nel suo turno l’oppo risponde con altrettanta arroganza nelle vesti di FIRST SLIVER che casca into VIVIANA DEL PELO. Si attiva dunque ponte che ON THE TOP vede lui, il magnifico, il salvatore, potete tenere demoniaco bannato perché IO SONO IL DEMONIACO. Esatto, avete capito chi, avete capito cosa prende quindi avete capito come finisce. (no raga, avete capito? Demone-Cataclsima, what else?)


G2: Mi chiedevo perché non ricordassi questa partita e il replay mi viene in soccorso. Sono on the draw e ho mano con due rampini a 2, bayou, evasive action, pact of negation, silence e veto. Mono landa ma il mazzo ne ha altre 39, cazzo basta me ne venga una nelle prox due pescate.

Avete capito vero come è finita? Immaginate di immergervi in una fossa ecologica volontariamente. Bene, quindi G3.


G3: Keep con NICOLA BOLLA (grazie cocka nel bene e nel male), daze, pact of negation e 4 lande. Terre-passo-vadi-non faccia complimenti, VALKI che vede un magnifico NICOLA BOLLA che gli dice “Bella zì”, mi viene poi proposta una VIVIANA ma questa volta L’ULTIMA PIETANZA che dazzo amabilmente pagando due (mossa opinabile ma non volevo nel caso il game andasse per le lunghe trovarmi un emblema ingestibile). Turno quattro mi si para dinnanzi un Oko che comincia a fare cose da Oko, quindi finalmente appoggio ponte che lui vorrebbe vendicarmi, sono tapped out ma il buon patto blu mi viene in soccorso, pago patto, casco NICOLA FARAONE con il quale potrei uccidere Oko, ma non volendo perderlo di attacchi il turno dopo e lui che al max potrebbe fare di valki un 3/3 o creare un altro food decido col +1 di sbarazzarmi delle ultime due carte rimaste nella sua mano che si rivelano essere due fantastiche lande.

Turno suo e risolve un first sliver che casca goyf, valki diventa un elk, attacco a me che vado a ben 6 vite, altro giro altro regalo di ponte e arriva DEMONE INFA-MONE (ricordo che Grisello e NICOLA BOLLA sono entrambi in mano e attualmente entrambi incastabili avendo 7 lande) che va a prendere WHAT ELSE se non Cataclysm? Ammazzo First Sliver con Bolas e qui faccio una cazzata perché prima di castare cataclisma gioco trace of abundance su terra nemmeno pensando che dovrò sacrificarlo a cataclisma dovendo tenere ponte come incantesimo (ma nella mia testa aveva in quel momento perfettamente senso perché tengo terra con abundance e ho già due mana..certo, ovvio), quindi per farvela breve da PIRLA quell’incantesimo va a ingrossare goyf (che tiene come creatura assieme al food che conta come artefatto, altra cosa che avevo dimenticato dato che renderlo elk non cambia il sottotipo) e mi trovo a 6 vite con un cibo 3/3 e un goyf 6/7, attaccano, demone è costretto a parare goyf e ci saluta. Turno mio e manca solo un cascabile: CUgino. Egli arriva a salvarmi la pellaccia facendo pulizia del board e giungendo dopo tre turni alla sua ultimate che mi permette di guadagnare vite e mettere sul board dalla mano le due bestie rimaste a fare da spettatrici sino ad allora concludendo a tutti gli effetti la partita.


Sicuramente tranne il G2 che in pratica non è stato giocato sono stati i match più emozionanti della svizzera anche per il mazzo dell’oppo davvero bello e inaspettato.


3-1-0


Turno 5 vs Leovold (NOksi)